Numero Verde: 800262226

 
 

Come dimagrire senza danneggiare i capelli



Elemento grafico

 

Come dimagrire senza danneggiare i capelli

 

Spesso chi avvia una dieta dimagrante nota, tra i principali effetti collaterali, una maggiore perdita dei capelli. Non c’è da stupirsi: le diete troppo restrittive finiscono infatti con il privare il nostro organismo di tutti quei nutrienti che invece sono fondamentali per garantire il mantenimento delle riserve energetiche del nostro corpo su livelli desiderabili.

In particolare, una delle parti del corpo che subisce gli effetti più negativi di tali restrizioni sono proprio i capelli, che risentono delle carenze di proteine, acidi grassi polinsaturi, vitamine e oligoelementi che di norma vengono assimilati correttamente attraverso l’alimentazione, e che in caso di dieta possono determinare un indebolimento del fusto del capello.

Fortunatamente, questo rischio sembra essere scongiurato rivolgendosi a uno studio medico professionale. D’altra parte, purtroppo, è ben più presente nel caso in cui si voglia puntare sui regimi dietetici fai-da-te, fortemente sconsigliabili.

Ricordiamo infatti che i regimi dietetici che vengono attribuiti in un ambito professionale tendono ad essere equilibrati, garantendo comunque al proprio organismo la possibilità di mangiare in modo vario, e dando priorità a frutta e verdure, carne magri, pochi grassi animali.

Dunque, non sempre il dimagrimento deve necessariamente comportare un peggioramento delle condizioni di salute del cuoio capelluto e della chioma. Al contrario, a costituire un indebolimento dei capelli è una cattiva dieta, intendendo per tale un’alimentazione eccessivamente restrittiva e in grado di privare il nostro organismo di tutti quei componenti nutrizionali che risultano essere fondamentali, e non solamente per la salute dei capelli.

Premesso quanto sopra, se vuoi fare una dieta puoi seguire questi consigli di benessere:

1) punta sempre su una dieta che sia ricca di frutta e di verdura di stagione, ben equilibrata e ricca di alimenti che possano garantirti un corretto apporto nutrizionale di vitamine, sali minerali e non solo. Per far ciò, evita il fai da te e ricorri sempre ed esclusivamente alla consulenza di uno studio medico professionale

2) limita l’assunzione di alcol, così come tutti i cibi che hanno un alto indice glicemico, coloranti, additivi alimentari, ottenuti da eccessive lavorazioni

3) riduci l’assunzione incontrollata di grassi e cerca di preferire una dieta che disponga di buoni quantitativi di acidi grassi polinsaturi omega 3

4) cura con molta attenzione l’idratazione, assicurandoti di bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno

5) infine, ricordati di assumere tutte quelle sostanze naturali, ben tollerate dall’organismo, che possono dare una mano per contrastare la calvizie, come la Serenoa repens, il tè verde, la curcuma.


 


Elemento grafico



Compila il form ed inviaci la tua richiesta
Tutti i campi sono obbligatori
 
Whatsapp